Cure per l'artrite reumatoide giovanile wikipedia


Il nodulo reumatoide, presente in più del 30% dei pazienti, si presenta generalmente a livello sottocutaneo nei punti sottoposti a irritazione cronica (p. Sono granulomi non specifici caratterizzati, all'esame anatomopatologico, da una zona necrotica centrale circondata da cellule mononucleate disposte a palizzata, con il loro maggior asse che si irradia dal centro; il tutto è circondato da una zona esterna di linfociti e plasmacellule.L'aumento delle molecole di adesione contribuisce alla migrazione di cellule infiammatorie e al loro deposito nel tessuto sinoviale.I linfociti che infiltrano il tessuto sinoviale sono principalmente cellule T helper, che possono produrre citochine flogogene. es., il tumor necrosis factor, il fattore stimolante la formazione di colonie di granulociti-macrofagi) sono anche abbondanti nella membrana sinoviale patologica.L'aumento delle cellule di rivestimento di derivazione macrofagica è predominante, insieme a quello dei linfociti e ai cambiamenti vascolari nelle fasi precoci della malattia.Il segno più indicativo è una particolare dolorabilità di tutte le articolazioni infiammate.È tipico il coinvolgimento simmetrico delle piccole articolazioni delle mani (in particolar modo le interfalangee prossimali e le metacarpofalangee), delle articolazioni dei piedi (metatarsofalangee), dei polsi, dei gomiti e delle caviglie, ma le manifestazioni iniziali possono verificarsi a carico di qualsiasi articolazione.I leucociti polimorfonucleati (PMN) non sono cospicui nella membrana sinoviale, ma spesso predominano nel liquido sinoviale.Si possono trovare segni di vasculite nella pelle, nei nervi o in numerosi organi viscerali, nei casi gravi di AR, ma questi sono clinicamente significativi soltanto in alcuni casi. Fattori ambientali possono inoltre giocare un ruolo.Le cellule infiltranti, disposte inizialmente in sede perivenulare e più tardi a costituire veri e propri follicoli linfatici provvisti di centro germinativo, sintetizzano interleuchina-2, altre citochine, il fattore reumatoide (FR) e altre immunoglobuline.