Obesità non è una malattia cronica


La percentuale di massa grassa può essere stimata indirettamente usando la formula di Deurenberg: percentuale di massa grassa = 1,2 x BMI + 0,23 x età – 10,8 x sesso – 5,4 dove l’età è espressa in anni e il sesso è uguale a 1 per gli uomini e a zero per le donne.Il BMI è calcolato con questa formula: peso / altezza dove il peso è espresso in chilogrammi e l’altezza in metri.Secondo l’OMS l’obesità va classificata usando queste categorie: L’obesità è l’eccesso di massa grassa nell’organismo.Le ricerche precedenti molto probabilmente sottostimavano l’impatto dell’obesità sulla mortalità complessiva della nazione.Negli uomini l’obesità è caratterizzata da una massa grassa superiore al 25%, con l’intervallo tra il 21 e il 25 per cento considerato borderline.L’obesità è un problema di salute grave che colpisce i paesi industrializzati e che si sta aggravando sempre di più.Negli Stati Uniti nel biennio 2009-2010 l’obesità ha colpito il 36% circa della popolazione ed 1 persona su 5 muore per cause connesse all’obesità.Esistono diverse classificazioni e definizioni dei gradi di obesità, ma le più diffuse sono quelle dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), basate sul BMI (o IMC).Nella maggior parte dei casi è correlato molto strettamente alla percentuale di massa grassa, ma la correlazione è più debole per soggetti molto alti o bassi.Secondo una ricerca pubblicata sull’American Journal of Public Health, negli Stati Uniti il sovrappeso e l’obesità sono stati connessi al 18,2 per cento dei decessi di persone adulte avvenuti tra il 1986 e il 2006.Questa formula ha un errore medio del 4% e rende conto dell’80% circa della variazione della massa grassa.

Il termine “sovrappeso” non va confuso con l’obesità, perché a rigore indica l’eccesso di massa grassa in relazione all’altezza.Per definire l’obesità, il BMI (IMC, indice di massa corporea o indice di Quetelet) è usato con molta più frequenza rispetto alla percentuale di massa grassa.Nelle donne, l’obesità è definita come massa grassa superiore al 33%, con l’intervallo tra il 31 e il 33% considerato borderline.Il BMI tipicamente è correlato con la percentuale di massa grassa in modo non lineare, con alcune importanti eccezioni.La differenza di peso tra le persone è causata soltanto in parte dalla variazione della massa grassa, quindi il peso è un indice di obesità facile da ottenere ma di importanza limitata.