Artrite bilaterale caviglie anziani


Le mani diventano rigide, poco sensibili e doloranti.Con l’avanzare dell’età l’organismo perde tale capacità.L’artrosi è una malattia degenerativa delle articolazioni.Nelle persone più anziane questo limita, per esempio, la possibilità di indossare da soli calze e scarpe.Quella alla colonna vertebrale può avere ripercussioni anche sulle braccia e le gambe, che si indeboliscono.questa patologia consiste in una degenerazione progressiva della cartilagine, che è il tessuto che ricopre le ossa, permettendo loro di muoversi agevolmente e attutendo gli impatti provocati dal movimento fisico.Si può prevenire l’artrosi praticando una moderata e costante attività fisica, e osservando una corretta alimentazione. Può essere che in giovane età si abbiano avuto episodi e avvisaglie, poi superati grazie alla capacità rigenerativa dei tessuti.Ne soffre il 20% degli italiani, la maggior parte dei quali ha più di 65 anni di età.In questa patologia, ovviamente, l’età gioca un ruolo determinante ma, considerando che il numero degli anziani nel nostro Paese è in rapido aumento, si prevede purtroppo un incremento nei prossimi anni.E’ il tipo più difficile da curare, proprio per le sue implicazioni su altre articolazioni, che vengono inevitabilmente coinvolte.La postura scorretta, il sovrappeso e l’età sono le principali cause dell’insorgere dell’osteoartrite, detta comunemente “artrite”.Il dolore può essere avvertito anche all’inguine, impedendo al soggetto di piegarsi.